an image

associazione

socio-culturale

erei



provincia di enna

la provincia regionale di enna costituita ai sensi della l.r. n.9/86 dall'aggregazione in libero consorzio dei comuni di: enna, agira, aidone, assoro, barrafranca, calascibetta, catenanuova, centuripe, cerami, gagliano castelferrato, leonforte, nicosia, nissoria, piazza armerina, pietraperzia, regalbuto, sperlinga, troina, valguarnera, villarosa.
ente autonomo intermedio tra i comuni e la regione - promuove e coordina lo sviluppo della comunit provinciale ed esercita la propria autonomia nel rispetto della costituzione, dello statuto della regione siciliana, delle leggi e dello statuto provinciale. altro ...

an image

comune di assoro

assoro una cittadina di origine antichissima.
si erge sul monte la stella, a 900 metri di altitudine nella provincia di enna in sicilia.
agli albori della storia assorina le abitazioni sorsero sul colle, nelle zone seggio, san giuliano e pi in alto in zona rito, dove stato costruito il castello. i sicani, venuti dall'africa, sono stati i primi abitanti ma assoro fu fondata dai siculi (probabilmente indo-europei). dopo il loro avvento, questo luogo divenne un crocevia di popoli, dai greci ai cartaginesi, ai romani. altro ...

an image

comune di calascibetta

il nome della cittadina legato alle origini della stessa e significa "castello sulla vetta". infatti nel xi secolo ruggero d'altavilla vi fece erigere un castello che us come base per poter assediare enna. nei secoli successivi divenne propriet del demanio.
il patrono san pietro in vincoli, festeggiato la prima domenica e il primo luned di agosto. altro ...

an image

comune di capizzi

l’origine della citt di capizzi fu sempre ignota, e va smarrita nella notte dei tempi. gli storici concordano nel far risalire l’origine della civilt capitina al tempo dei siculi o dei sicani; i quali insediatisi in una prima fase lungo la costa orientale della sicilia, si spostarono ad ovest nell’interno per sfuggire alle continue scorribande dei pirati greci. la citazione di cicerone nelle verrine, ove attesta che "l’aurea urbs capitina" era tra quelle "vessate dalla sete dei decumani sotto verre", ci d prova inconfutabile che almeno nel periodo romano l’esistenza di un centro abitato certo. altro ...

an image

comune di centuripe

le origini sono remotissime, testimoniate da resti di tombe dell'et del bronzo e affondano le loro radici ad oltre 4000 anni fa, quando l'isola era abitata dai sicani.
sia tucidide che polibio ricordano la presenza nella penisola italiana di popoli, chiamati col nome di ausoni, enotri o morgeti che risultano presenti anche in sicilia.
si ritiene che un secolo prima della fondazione di roma i siculi, popolazione d'origine osco-umbra che emigr in sicilia probabilmente in epoca anteriore al x secolo a.c. scelsero il luogo, in posizione militarmente inespugnabile per edificarvi la cittadina. altro ...

an image

comune di cesar

le origini sono remotissime, testimoniate da resti di tombe dell'et del bronzo e affondano le loro radici ad oltre 4000 anni fa, quando l'isola era abitata dai sicani.
sia tucidide che polibio ricordano la presenza nella penisola italiana di popoli, chiamati col nome di ausoni, enotri o morgeti che risultano presenti anche in sicilia.
si ritiene che un secolo prima della fondazione di roma i siculi, popolazione d'origine osco-umbra che emigr in sicilia probabilmente in epoca anteriore al x secolo a.c. scelsero il luogo, in posizione militarmente inespugnabile per edificarvi la cittadina. altro ...